Ad Est della Cinepresa

Sguardo disincantato al cinema asiatico

Recensione: The Age of Shadows, di Jee-won Kim ★★★★

Dopo la parentesi hollywoodiano con The last stand, Jee-won Kim torna a dirigere un film tutto coreano. In questo momento di revanchismo Asiatico non poteva che scegliere il sensibile argomento … Continua a leggere

In evidenza · Lascia un commento

Recensione: Night’s Tightrope, di Yukiko Mishima★★★¾

Da un libro di Kanae Minato, già autrice di quel Confessions che Tetsuya Nakashima portò alla ribalta, un altro lavoro che attraverso la figura di due amiche d’infanzia dialoga sulla … Continua a leggere

In evidenza · Lascia un commento

Recensione: The mohican comes home, di Shuichi Okita ★★★★

Un freeter punker si trova con la fidanzata, la brava e sbarazzina Atsuko Maeda, incinta e con difficoltà economiche imperanti, la cosa migliore è quindi tornare a casa dai suoi … Continua a leggere

24 luglio 2017 · Lascia un commento

Recensione: Okja, di Joon-ho Bong ★★★★

Non è facile costruire un film per tutta la famiglia, l’eccesso di buonismo che si può sintetizzare nella costruzione di personaggi come ipostatizzazioni del bene e del male è dietro … Continua a leggere

12 luglio 2017 · Lascia un commento

Recensione: Ikari, di Sang-il Lee ★★★¾

La parte più difficile di un rapporto è il saper instaurare un certo livello di fiducia capace di resistere sia a piccole scosse sia alle grosse difficoltà. Avere fiducia significa … Continua a leggere

8 luglio 2017 · Lascia un commento

Recensione: Harmonium, di Koji Fukada★★★¾

E’ la famiglia giapponese il tema del quinto film dell’apprezzato regista Koji Fukada. La famiglia tradizionale giapponese nelle sue idiosincrasie, nella sua anacronistica struttura incapace di far fronte alle esigenze … Continua a leggere

4 luglio 2017 · Lascia un commento

Recensione: The Whispering Star, di Sion Sono ★★★

E’ un ritorno al periodo Pre-Suicide Club questo lavoro di Sion Sono, a quel cinema minimale che dà tanta importanza alla costruzione di una scena da fornirgli elementi che, in … Continua a leggere

26 giugno 2017 · Lascia un commento

Recensione: Like Asura, di Yoshimitsu Morita ★★★¾

Quattro donne, quattor sorelle e quattro figlie il loro scoprire che l’anziano padre ha un’amante le porta ad interrogarsi sul concetto di famiglia, quella di origine, quella che andranno a … Continua a leggere

18 giugno 2017 · Lascia un commento

Recensione: Death note: light up the new world, di Shinsuke Sato ★★¾

Shinsuke Sato è un regista abbastanza noto per aver già lavorato con trasposizioni di manga e anime, tra i più noti il mal riuscito Gantz e il buonissimo I am … Continua a leggere

12 giugno 2017 · Lascia un commento

Recensione: Fabricated City, di Kwang-Yun Park ★★¾

La costruzione di un’eroe a partire da un personaggio di un substrato ambientale e culturale infimo sarebbe più credibile se questo personaggio non fosse fin troppo cool o se si … Continua a leggere

5 giugno 2017 · Lascia un commento

Recensione: Parade, di Isao Yukisoda ★★★½

La capacità intrinseca dei giapponesi di isolarsi da tutto e da tutti causata dalla mancanza di spazio e dall’altissima riservatezza che contraddistingue la loro cultura produce, anche, come contrappasso, il … Continua a leggere

29 maggio 2017 · Lascia un commento

Recensione: The family game, di Yoshimitsu Morita ★★★★½

Una dissacrante opera sul modello della famiglia giapponese, quella che si fonda sulla divisione sistematica dei ruoli tra padre e madre, quella che vuole i genitori sacrificare  tutte le risorse finanziarie per … Continua a leggere

19 maggio 2017 · Lascia un commento

Recensione: The long excuse, di Miwa Nishikawa ★★★★¼

Miwa Nishikawa aveva già dimostrato con Yureru di saper raccontare una storia giocando con i punti di vista, in questo meraviglioso lavoro che ruota intorno alla enigmatica interpretazione di Masahiro Motoki affronta … Continua a leggere

15 maggio 2017 · Lascia un commento

Recensione: Destruction babies, di Tetsuya Mariko ★★¾

Le telecamere digitali ti garantiscono una notevole profondità di campo perfette per opere che vogliono rappresentare l’immanenza del loro raccontato. Il viaggio frammentato di un diseredato senza famiglia non ha … Continua a leggere

6 maggio 2017 · Lascia un commento

Recensione: Hospitalité, di Koji Fukada ★★★★

La xenofobia è l’elemento indigeno di una popolazione che ha fatto di una teorizzazione dello sviluppo autoctono buona parte della sua storia culturale, economica e sociale. Koji Fukada non affronterà … Continua a leggere

1 maggio 2017 · Lascia un commento

Recensione: The Youth killer, di Kazuhiko Hasegawa ★★★

All’interno della destrutturazione della famiglia giapponese alle prese con le nuove dinamiche di un sistema economico che ha portato al primo posto il benessere individuale vi è anche questo prodotto … Continua a leggere

26 aprile 2017 · Lascia un commento

Recensioni: Kaza-Hana, di Shinji Somai ★★★½

Uno degli ultimi lavori di Shinji Somai mette in scena l’impermanenza della vita umana rappresentata da due protagonisti che si incontrano in un locale di bassa lega inconsciamente desiderosi di … Continua a leggere

20 aprile 2017 · Lascia un commento

Recensione: Himatsuri, di Mitsuo Yamaguchi ★★★★

Le bucoliche sequenze che alternano il modo di vivere delle due anime di questo paesino incastonato tra il mare e la montagna vanno dal lavoro dei falegnami a quello dei … Continua a leggere

13 aprile 2017 · Lascia un commento

Uno sguardo all’altra parte: Ghost in the shell, di Rupert Sanders ★★★

Alla Weta Workshop sanno come animare o come dare forma a concept cyberpunk, il lavoro è egregio da questo punto di vista. Non vado nemmeno a dire cosa è cambiato … Continua a leggere

7 aprile 2017 · Lascia un commento

Recensione: Panic in high school, di Gakuryuu Ishii ★★★★

La tensione di un mondo che chiede troppo agli studenti, una società che fa pesare le differenze economiche, l’incapacità di dare rispetto alla vita delle persone soprattutto quando queste fanno … Continua a leggere

5 aprile 2017 · Lascia un commento

Recensione: Typhoon club, di Shinji Somai ★★★★

All’interno del genere dei Seishun Eiga uno dei migliori prodotto risulta essere l’opera del compianto Shinji Somai, un delicato e ficcante affresco di un’età quella adolescenziale alle soglie della maturazione … Continua a leggere

31 marzo 2017 · Lascia un commento

Recensione: Phantom detective, di Sung-hee Jo ★★★

Il problema maggiore di questo film è la sua lunghezza, unito poi alla presenza di due adorabili bambine, incorre in quadrature del cerchio forzose o situazioni da buonismo esagerato. Per … Continua a leggere

22 marzo 2017 · Lascia un commento

Recensione: Pink and Gray, di Isao Yukisada ★★★½

Un’amicizia che nasce dall’infanzia, la competizione, il vivere con un vuoto dentro che ti porta a voler far sprofondare  insieme a te le persone più care. L’opera di Yukisada, già … Continua a leggere

18 marzo 2017 · Lascia un commento

Recensione: The blue light, di Yukio Ninagawa ★★★½

La destrutturazione della famiglia giapponese agli inizi degli anni cinquanta veniva vista alla luce dello scontro tra i valori tradizionali e le nuove istanze moderne, negli anni novanta con l’esplosione … Continua a leggere

14 marzo 2017 · Lascia un commento

Recensione: Erased, di Yuichiro Hirakawa ★★½

Il lavoro di trasposizione varia in molti punti rispetto all’opera di Kei Sanbe, caricando il tutto di una certa quantità di drammaticità esente dal buon fumetto. Uno degli aspetti che … Continua a leggere

7 marzo 2017 · Lascia un commento

Recensione: The next generation Patlabor: Shuto Kessen, di Mamoru Oshii ★★★

Patlabor è uno dei franchise più eclettici e meglio gestiti della storia della fiction giapponese, e non è un caso che alla testa ci sia Mamoru Oshii, regista del capolavoro … Continua a leggere

27 febbraio 2017 · Lascia un commento

Recensione: Survive Style 5+, di Gen Sekiguchi ★★¾

La commedia giapponese moderna si fonda principalmente sul “nonsenso”, una scelta che trova le sue radici nell’emulazione di una certa commedia statunitense anni venti, e si racconta nell’inserire situazioni o … Continua a leggere

24 febbraio 2017 · Lascia un commento

Recensione: Unagi, di Shohei Imamura ★★★½

Un tema sempre valido e scottante tanto più in una società dal forte stampo maschilista, la violenza sulle donne. Imamura lo fa trattando però il caso che più inquieta perché … Continua a leggere

18 febbraio 2017 · Lascia un commento

Recensione: Monday, di SABU ★★★★

Quello che non ha osato fare Joel Schumacker con un Un giorno di ordinaria follia lo ha fatto Sabu, l’opera di Hollywood qualificava l’eroe come uno squilibrato borderline, il protagonista … Continua a leggere

11 febbraio 2017 · Lascia un commento

Recensione: Zebra, di Hajime Hashimoto ★

Non deve aiutare molto l’essere tratto da un manga che già palesava seri problemi di sceneggiatura, di certo il lavoro di Hajime Hashimoto si dimostra di quanto più incasinato, sciocco … Continua a leggere

8 febbraio 2017 · Lascia un commento