Ad Est della Cinepresa

Sguardo disincantato al cinema asiatico

Recensione: Love stoppage time, di Hayato Kawai ★

L’uso di un evento paranormale per costruire una storia empatica che faccia leva sulle emozioni forti in grado di garantire un surplus di simpatia nei confronti dei protagonisti, è un classico del panorama nipponico.

In questo lavoro di un regista, Hayato Kawai, che proviene da trasposizioni di manga e da serial tv l’evento è rappresentato dal congelamento del fluire del tempo.

In quel mentre uno studente universitario privo ancora di un obiettivo, ed una studentessa liceale piena di energia sono gli unici esseri viventi in grado di muoversi liberamente.

La ragione si trova nell’essere indelebilmente legati, alla ragazza sarà necessario l’aiuto del ragazzo.

Al background strappalacrime verrà quindi sovrapposta una storia romance dove la purezza dei sentimenti è l’aspetto fondante.

Approcci timidi che si evolveranno in giochi, inviti, appuntamenti, in cui la ragazza gioverà di quello che nella vita reale le è impossibilato godere.

Una escalation prevedibile e che si trastulla nella sua visione edulcorata della realtà, pure i momenti drammatici avranno quella paterna interpretazione che vuole l’accettazione della caducità dell’esistenza intrinseca nella natura caratteriale dell’uomo, e di rimando dei personaggi.

Un lavoro che farà felice un pubblico che anela a quelle interpretazioni che propendono per una buonista visione della realtà, accompagnata da una regia anonima e da una fotografia irrorata da fonti di luce calde ed estese così da non mettere mai in ombra i personaggi ed il loro dramma.

Insufficiente.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: