Ad Est della Cinepresa

Sguardo disincantato al cinema asiatico

Recensione: Minari, di Lee Isaac Chung ★★★ ½

Siamo negli Stati Uniti di Reagan, la Corea del Sud guidata dai generali dopo l’epoca del collaborazionista giapponese Park Chung-hee, resta un paese difficile da gestire, dove l’opposizione in qualunque … Continua a leggere

25 maggio 2021 · Lascia un commento

Recensione: Nomadland, di Chloé Zhao ★★★★

Una prima parte che dà l’impressione del cinema vérité, quel cinema documentaristico che serve per qualificare e quantificare la società e gli ambienti che ti circondano, una seconda parte che … Continua a leggere

24 maggio 2021 · Lascia un commento

Recensione: Soulmate, di Derek Tsang ★★★★

Derek Tsang, noto precedentemente con il nome Kwok Cheung Tsang, è attore e regista, nel cinema come regista si è dimostrato un sagace osservatore della natura femminile, con una capacità … Continua a leggere

10 luglio 2019 · Lascia un commento

Recensione: River’s Edge, di Isao Yukisoda ★★★¾

Isao Yukisoda è un regista abituato a trattare di argomenti che rientrano nell’inclusione delle minoranze e di rimando nel dar voce a quegli elementi idiosincratici che ne causano l’esclusione o … Continua a leggere

19 novembre 2018 · Lascia un commento

Recensione: Legend of the demon cat, di Kaige Chen ★★¾

Una curiosa partecipazione della star del cinema giapponese Shota Sometani in questo lavoro di quel regista mediamente famoso che è Kaige Chen, salito agli albori con il musical-romance Addio mia … Continua a leggere

29 agosto 2018 · Lascia un commento

Recensione: Traffic Jam, di Mitsuo Kurotsuchi ★★★¼

Ogni paese ha le sue liturgie di massa spesso rappresentati da feste nazionali che per la loro durata causano enormi spostamenti di cittadini, in una forma moderna di pellegrinaggio. Per … Continua a leggere

28 marzo 2018 · Lascia un commento

Uno sguardo all’altra parte: Death Note, di Adam Wingard ★¾

Il whitewashing è l’ultimo dei problemi di questa trasposizione, i problemi maggiori rimangono nella sceneggiatura, e nell’impronta che viene data al film. La scelta di renderlo un teen movie che … Continua a leggere

28 agosto 2017 · Lascia un commento

Recensione: Night’s Tightrope, di Yukiko Mishima★★★¾

Da un libro di Kanae Minato, già autrice di quel Confessions che Tetsuya Nakashima portò alla ribalta, un altro lavoro che attraverso la figura di due amiche d’infanzia dialoga sulla … Continua a leggere

2 agosto 2017 · Lascia un commento

Recensione: The family game, di Yoshimitsu Morita ★★★★½

Una dissacrante opera sul modello della famiglia giapponese, quella che si fonda sulla divisione sistematica dei ruoli tra padre e madre, quella che vuole i genitori sacrificare  tutte le risorse finanziarie per … Continua a leggere

19 maggio 2017 · Lascia un commento

Uno sguardo all’altra parte: Ghost in the shell, di Rupert Sanders ★★★

Alla Weta Workshop sanno come animare o come dare forma a concept cyberpunk, il lavoro è egregio da questo punto di vista. Non vado nemmeno a dire cosa è cambiato … Continua a leggere

7 aprile 2017 · Lascia un commento

Recensione: The blue light, di Yukio Ninagawa ★★★½

La destrutturazione della famiglia giapponese agli inizi degli anni cinquanta veniva vista alla luce dello scontro tra i valori tradizionali e le nuove istanze moderne, negli anni novanta con l’esplosione … Continua a leggere

14 marzo 2017 · Lascia un commento

Recensione: Zebra, di Hajime Hashimoto ★

Non deve aiutare molto l’essere tratto da un manga che già palesava seri problemi di sceneggiatura, di certo il lavoro di Hajime Hashimoto si dimostra di quanto più incasinato, sciocco … Continua a leggere

8 febbraio 2017 · Lascia un commento

Recensione: Balloon club afterwards, di Sion Sono ★★★★

Lontano dagli stilemi e dal linguaggio che l’ha reso famoso, proprio come in Be sure to share il regista di Love Exposure specula e tratta con una maestria e delicatezza … Continua a leggere

1 febbraio 2017 · Lascia un commento

Recensione: Too young to die!, di Kankuro Kudo ★★★¾

I film che sono il risultato del missaggio di generi, in questo caso musical e commedia giovanile, possono apparire il più delle volte degli esercizi di stile. Questo lavoro di … Continua a leggere

24 gennaio 2017 · Lascia un commento

Uno sguardo all’altra parte: Passengers, di Morten Tyldum ★¾

Morten Tyldum è il regista della bella biografia di Alan Turing, sa usare le cineprese, sa sceneggiare, sa dare ritmo, ma non sa fare della fantascienza. Si parte subito nel … Continua a leggere

19 gennaio 2017 · Lascia un commento

Recensione: Lowlife love, di Eiji Uchida ★★★¾

La parte del leone la fa il protagonista, un perfetto Masahiko Akai che disegna un regista tanto vicino ad un amore sfrenato per il cinema, tanto lontano dal suo esserne … Continua a leggere

21 dicembre 2016 · 1 Commento

Recensione: Sailor suit and the machine gun: Graduation, di Koji Maeda ★

Hanna Hashimoto è una giovane idol molto apprezzata dal pubblico giapponese, usarla in un remake che ha fatto la storia delle ragazze combattenti, il Sailor suit and the machine gun … Continua a leggere

8 dicembre 2016 · Lascia un commento

Recensione: Chongquing hot pot, di Quing Yang ★★★

Dal regista di One night in Supermarket , ispirato a Clerks di Smith, un action in salsa romance che ruota  intorno a giovani che  provano ad ottenere facili risultati dalla vita percorrendo … Continua a leggere

3 novembre 2016 · Lascia un commento

Recensione: Your name, di Makoto Shinkai ★★★★¾

Il buon Goethe diceva che un bravo autore è quello che sa raccontare cose già dette come se fossero nuove, e Makoto Shinkai, regista che si è preso il testimone … Continua a leggere

20 ottobre 2016 · Lascia un commento

Recensione: Chasuke’s journey, di Sabu ★¼

Sabu è un autore sufficientemente irriverente, capace di costruire storie intorno ad elementi spesso contraddittori, ora però se deve far collimare l’idea che le vite degli uomini siano scritte da … Continua a leggere

18 ottobre 2016 · Lascia un commento

Recensione: The handmaiden, di Chan-wook Park ★★★★¾

Il ritorno del regista della Trilogia della Vendetta dopo l’esperienza con il cinema hollyoodiano è consono alla sua fama, come se l’aria di casa gli rifaccia tornare quella dirompente capacità … Continua a leggere

11 ottobre 2016 · Lascia un commento

Recensione: The Wailing, di Hong-Jin Na ★★★★¾

Hong-jin Na regista di due capolavori thriller quali The Chaser e The Yellow Sea, torna a dirigere dopo sei anni, e dirige un film horror. Il risultato è un horror … Continua a leggere

4 ottobre 2016 · Lascia un commento

Recensione: A bride for Rip Van Winkle, di Shunji Iwai ★★★★½

Il ritorno di Shunji Iwai al cinema dopo la parentesi animata e il mordi e fuggi disastroso con il cinema occidentale è un viaggio che ha come protagonista una giovane … Continua a leggere

27 settembre 2016 · Lascia un commento

Recensione: The murder case of Hana and Alice, di Shunji Iwai ★★★★½

Quando un grande regista, eclettico e dalla forte capacità visionarie tenta di esprimersi nel format dell’animazione c’è grande curiosità, tanto più se il lavoro si concentra su un prequel di … Continua a leggere

11 agosto 2016 · Lascia un commento

Recensione: Au revoir l’été, di Koji Fukada ★★★★¾

Per riuscire a rendere valido e ficcante uno sguardo sul periodo che va dalla fine della Scuola obbligatoria all’inizio dell’Università, periodo che vuole dire scelte, periodo che vuole dire offrirsi … Continua a leggere

23 giugno 2016 · Lascia un commento

Recensione: Bandage, di Takeshi Kobayashi ★★★★½

Gli anni novanta per la musica giapponese sono stati anni particolari, le case discografiche inseguivano un mercato che triturava una dietro l’altra band rock indie. Piccole band di talentuosi artisti … Continua a leggere

25 maggio 2016 · Lascia un commento

Recensione: The Virgin Psychics, di Sion Sono ★★

23 aprile 2016 · Lascia un commento

Recensione: Attack on titan II: End of the World, di Shinji Higuchi ★

Se la prima parte poteva comunque garantire un certo interesse per l’ambientazione o le soluzioni ideate, questa seconda parte si dimostra un completo e totalmente fallimento. Un fallimento qualitativo, nel … Continua a leggere

21 marzo 2016 · Lascia un commento

Recensione: Coin locker girl, di Jun-hee Han ★★★★

Nella tradizione coreana di A bittersweet life e di A company man si infila questa prima opera di Jun-hee Han, con la differenza che il cast è principalmente al femminile. … Continua a leggere

4 marzo 2016 · Lascia un commento

Recensione: A company man, di Sang-Yoon Lim ★★★½

A Bittersweet life aveva aperto la strada a quel tipo di crime dove l’efferatezza e la crudeltà vengono gestite da una organizzazione perfettamente mimetizzata nel tessuto sociale da presentarsi come … Continua a leggere

24 febbraio 2016 · Lascia un commento