Ad Est della Cinepresa

Sguardo disincantato al cinema asiatico

The frontline, di Hun Jang

Dal regista di  Secret Reunion, un altro film di genere capace di ritagliarsi un suo spazio per l’originale interpretazione degli stilemi classici. Anche questa volta, come nella precedente opera, Hun Jang … Continua a leggere

3 gennaio 2015 · Lascia un commento

Hindsight, di Hyung-seung Lee

Da un regista prettamente avezzo al genere romantico è forse difficile aspettarsi un thriller appassionante, ed infatti Hindsight si dimostra un film debole nella sua parte action, e nella spy story, … Continua a leggere

2 gennaio 2015 · Lascia un commento

War of the arrows, di Han-min kin

Il Giappone era noto, all’incirca nel dodicesimo secolo, per avere una fantastica cavalleria capace di usare perfettamente l’arco, arcieri fortissimi e temutissimi. Una delle ragioni di questo forte espediente militare, … Continua a leggere

2 gennaio 2015 · Lascia un commento

The day he arrives, di Sang-Soo Hong

Sang-Soo Hong è un regista coreano capace di racimolare premi in giro per l’Asia, uno di quei registi che con pochi mezzi è capace di dare voce alla sua weltanshauung … Continua a leggere

1 gennaio 2015 · Lascia un commento

Nameless Gangster, di Jong-bin Yun

Nell’epopea diretta da Jong-bin Yun c’è tutta la storia moderna coreana, la dittatura militare, l’apertura al capitalismo reaganiano, l’influenza confuciana sulla gerarchia nel lavoro, quella cristiana sui sentimenti delle persone, … Continua a leggere

19 dicembre 2014 · 1 Commento

The taste of money, di Sang-soo Im

Sang-soo Im , il regista di the Housemaid, una specie di Attrazione fatale alla orientale, decide di affrontare con uno sguardo più invasivo e morboso le potenti famiglie che gestivano … Continua a leggere

19 dicembre 2014 · Lascia un commento

Deranged, di Jeong-woo Park

Onesto horror che mischia tematiche socioeconomiche con le solite lotte personali e drammi intimistici. Il risultato è piacevole, non eccede in terrore, ma cerca di far leva sui cortocircuiti tra … Continua a leggere

18 dicembre 2014 · Lascia un commento

The thieves, di Dong-hoon Choi

Anche l’oriente ha il suo remake coreano del Colpo Grosso, come Soderbergh con la bella saga Ocean’s, anche questo gioca sul ritmo e sull’appeal dei personaggi. Da un punto di … Continua a leggere

14 dicembre 2014 · Lascia un commento

The Host, di Joon-ho Bong

Credere che fosse possibile costruire un film fantascientifco, simil horror, catastrofista, con un mostro che gira in città senza cadere nel ridicolo fenomeno dei daikaju eiga, o nel ridondante riciclo … Continua a leggere

12 dicembre 2014 · 3 commenti

Happy End, di Ji-woo Jung

L’opera di Ji-woo Jung non si nasconde dietro al perbenismo, o al politically correct, affronta con un attento uso della telecamera, fatto di primi piani, e di travelling che permettono … Continua a leggere

10 dicembre 2014 · 1 Commento

The Attorney, di Woo-seok Yang

Ogni paese deve alla fine giungere a compromessi con la sua storia, l’arte diceva Aristotele è catarsi dell’anima, tramite le interpretazioni dei vari medium, in questo secolo molto è stato … Continua a leggere

5 dicembre 2014 · Lascia un commento

Hide and seek, di Jung Huh

Alla sua prima regia Jung Hu dimostra di aver ben assimilato i paradigmi del cinema coreano capace di sapersi giostrare intorno ad una buona predisposizione a creare scene action sempre … Continua a leggere

4 dicembre 2014 · Lascia un commento

The suspect, di Shin-Yeon Won

Ormai la nuova mecca del cinema action, crime e thriller è la Corea, un qualunque prodotto che esca da quelle parti e che rientri in questo tipo di genere si … Continua a leggere

2 dicembre 2014 · Lascia un commento

Tabloid truth, di Kwang-shik Kim

Kwang-shik Kim lo avevamo già visto all’opera nel raccontare una storia sentimentale agli antipodi, quella tra un soldato di una gang malavitosa ed una ragazza alle prese con i colloqui lavorativi … Continua a leggere

28 novembre 2014 · Lascia un commento

Our Sunhi, di Sang soo Hong

Dal regista di The Day he arrives, e In another country non ci si può certo aspettare una modifica dell’impostazione della regia, quindi anche qui abbiamo il trionfo dell’inquadratura fissa … Continua a leggere

27 novembre 2014 · Lascia un commento

Pluto, di Su-won Shin

La scuola è probabilmente l’unico istituto che ha reso suo la meritocrazia, perlomeno l’intento è quello visto che si qualifica lo studente tramite un voto, la cosa diventa ancora più … Continua a leggere

26 novembre 2014 · Lascia un commento

Montage, di Jeong Geun-Seop

Se si è appassionati di thriller e di storie articolate e complesse dalle tematiche forti bisogna andare in Corea, più precisamente in Sud Corea, paese che ormai produce film crime, … Continua a leggere

22 novembre 2014 · Lascia un commento

Recensione: Cafe Noir, di Sung-il Jung

Un amore che finisce ex abrupto perché lei decide di tornare con suo marito e l’incapacità dell’uomo di accettare la sorte, questo è l’incipit di quest’opera.   In uno dei … Continua a leggere

20 novembre 2014 · Lascia un commento

Recensione: Friend, di Kyung-taek Kwak

Il cinema ha spesso affrontato la malavita non entrando nel merito del cosa sia “giusto” o “sbagliato” bensì concentrandosi sulle individualità per poi focalizzarsi sugli aspetti comportamentali e su quelli … Continua a leggere

19 novembre 2014 · Lascia un commento

Recensione: Hwayi – a monster boy, di Joon-Hwang Yang

Ci sono voluti quasi dieci anni per vedere la seconda opera del regista di Save the green planet, film che impressionò per il suo eclettismo. Questa volta Joon-Hwang Yang  si cimenta … Continua a leggere

18 novembre 2014 · Lascia un commento

Recensione: Animal Town, di Kyu-hwan Jeon

Animal town trova il suo realizzarsi nella potente scena finale cosa che permette all’opera una coerenza che in certi momenti pareva venire meno. L’opera affronta argomenti delicati quali il ruolo … Continua a leggere

18 novembre 2014 · Lascia un commento

Recensione: Snowpiercer, di Joon-ho Bong

Facciamo una premessa dovuta, le trasposizioni filmiche non devono essere riproposizioni passo passo dell’opera a cui fanno riferimento, in questo caso il meraviglioso fumetto del trio Rob/Lachette/Lagard, in quanto i … Continua a leggere

17 novembre 2014 · 3 commenti

Recensione: Barking dogs never byte, di Joon-ho Bong

Joon-ho Bong è il regista di The Host, Memories of Murder e Snowpiercer, alle prese con un una commedia agrodolce e politicamente scorretta. Un professore è in attesa di una cattedra … Continua a leggere

15 novembre 2014 · Lascia un commento

Recensione: A Hard Day, di Seong-hun Kim

Il crime ha trovato casa in Sud Corea con la conseguenza di essere inondati di prodotti che sanno gestire benissimo la materia dal punto di vista tecnico, regia, ritmo, fotografia … Continua a leggere

8 novembre 2014 · Lascia un commento

Recensione: Secretly, Greatly, di Cheol-soo Jang

Il regista dell’accattivante Bedevilled torna alla regia con un blockbuster coreano. A qualunque latitudine un blockbuster per far colpo deve avere tra le sue fila attori all’ultimo grido e argomenti … Continua a leggere

7 novembre 2014 · Lascia un commento

Recensione: Cold Eyes, di Ui-seok Jo e Byung-seo Kim ★★★½

Dagli stessi autori del buon The Unjust l’ennesimo thriller coreano che non delude le aspettative. Il mondo si evolve e la tecnologia è sempre più al servizio delle forze dell’ordine, … Continua a leggere

4 novembre 2014 · Lascia un commento

Recensione: Git, di Il-gon song ★★★½

Uno sceneggiatore di un trash movie in crisi più d’identità che di idee, ricorda una antica promessa con l’unica donna della sua vita che ha amato. Ai tempi dell’Università si … Continua a leggere

3 novembre 2014 · Lascia un commento

Recensione: Moebius, di Kim Ki-duk ★★★

Un film senza alcun dialogo, il regista sfiora il paradossale per negare ai personaggi un qualunque dialogo, come spettatore non riesci a staccare gli occhi dal film perché alla fine … Continua a leggere

2 novembre 2014 · Lascia un commento

Recensione: National Security, di Ji-yeong Jeong ★★★★

Nei film che concentrano la storia all’interno di una sola scenografia, che cercano di dipanare l’intero intreccio in un solo ambiente, c’è bisogno che vengano rispettati due aspetti, il primo … Continua a leggere

30 ottobre 2014 · Lascia un commento

Recensione: The Berlin File, di Seung-wan Ryoo ★★★½

Seung-wan Ryoo è il regista che ha scritto il dinamico The Unjust, il truculento film sulle gang giovanili The City of Violence, qui costruisce un film pieno di esagerate e … Continua a leggere

27 ottobre 2014 · 2 commenti